Anna Boschi

Biografia di Anna Boschi

Anna  Boschi nata a Bologna, risiede e lavora a Castel S.Pietro Terme-BO. –Artista verbo visiva. La sua ricerca è incentrata principalmente sul rapporto parola-immagine. I suoi esordi si iscrivono nel clima post-informale e in quello della sperimentazione prossima alla poesia visuale. Entra nel processo dell’arte verbo-visiva proprio quando, negli anni Sessanta, questo movimento prende avvio, quasi che il momento evolutivo del proprio pensiero artistico avesse trovato un ambito particolarmente adatto e affine. Il valore relazionale tra parola e pittura diverrà infatti la cifra riconoscibile del suo percorso artistico e intellettuale. Allestisce la prima personale nel 1974 e dal 1982 si dedica esclusivamente a questa attività. A tutt’oggi ha al suo attivo una settantina di personali e numerose mostre collettive in Italia e all’estero. Si occupa anche di Installazioni, Performances e Libri d’artista di cui possiede una interessante collezione (Archivio Libri D’Artista-A.L.D.A. in omaggio ad Alda Merini). Tra gli eventi di grande prestigio cui ha partecipato ricordiamo la Triennale di Bologna 2000, nel 2003 la 50° Biennale di Venezia-Sezione Extra 50, nel 2004 la London Biennale, nel 2013 “Il Libro: d’Arte e d’Artista – Giorgio De Chirico e 36 artisti contemporanei” presso il Beit Hai’r Museum di Tel Aviv (Israele) e nel 2014 la Rassegna “Visual Poetry”, l’avanguardia delle neoavanguardie , a Venezia, Palazzo delle Prigioni e a Pavia, Castello Visconteo e Broletto, a cura di Giosuè Allegrini e Lara-Vinca Masini. Nel 1984 entra a far parte del circuito della Mail Art, partecipando e realizzando numerosi progetti, dando vita al “Mailartmeeting Archives”. In quegli anni frequenta il DAMS. Aderisce inoltre a rassegne internazionali collaborando anche a vari portfolio di Visual Poetry (tra cui UNI-VERS Peace Dream, Mani-Art, BAU, Ad Hoc, Franticham’s Assembling Box, Kamini Press art-Stockholm ecc). Nel mese di novembre 2016, nelle sette sale della Pinacoteca della Rocca Sforzesca di Dozza-BO, ha allestito la Retrospettiva di cinquant’anni di attività “ANNA BOSCHI 1967-2017”, con monografia a cura di Mauro Carrera. Sempre nel 2016 le è stato conferito il riconoscimento alla carriera nel corso della XVIa Rassegna Arte in Arti e Mestieri di Suzzara-MN, a cura di Mauro Carrera.

Il suo lavoro è documentato in cataloghi, riviste e antologie, tra cui “A point of view –Visual Poetry-The 90s, Kaliningrad (Russia)”, Libri d’artista in Italia 1960-1998, Regione Piemonte e “Generazione Anni Quaranta della Storia dell’Arte Italiana del ‘900”, a cura di Giorgio di Genova e presso Kunsthistorisches Institut–Firenze, Archivio Storico del Museo delle Arti Palazzo Bandera di Busto Arsizio (VA) e  al CID/Arti Visive del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato. Sue opere sono presenti in modo permanente in diverse collezioni pubbliche e private.

www.annaboschi.it